La prima classe Costa mille lire, la seconda cento, la terza dolore e spavento.

 

E quella sera il Napoli ha anche pareggiato in casa.
Che è poi l’unica cosa che mi sento di dire su questa vicenda. Non tanto perché Schettino-vigliacco e De Falco-coraggioso-con-il-culo-degli-altri. E non è nemmeno perché Schettino c’ha una panza da tartufo affogato o, come disse Homer J.Simpson, perché ha scoperto un pasto tra la merenda e la cena.
Che poi, parliamoci chiaro, all’isola del Giglio, quel mastodonte da tre trilioni di tonnellate incagliato sullo scoglio, le dona anche. Ci farei il tour subbacquo tipo attrazione di Mirabilandia. Previa estrazione dei cadaveri mancanti. Ogni volta che penso al risarcimento danni che riceveranno le famiglie delle vittime, mi chiedo perché non usare  gli ultimi anni restanti di mia nonna novantenne per delle crociere intorno al globo. Comunque ho sempre pensato che le cabine con viste oblò non fossero così funzionali. Pensate se ci fosse stato, a bordo, qualche v.i.p. e che questo\a v.i.p. c’avesse rimesso le penne (si sa che le penne in acqua acquistano peso e ti portano a fondo). C’avrebbero fatto due palle così per due mesi e mezzo. E magari per un semplice Carlo Conti in meno.
Comunque ho deciso: questa settimana invece di andare a fare il pieno in Slovenia, vado giù al Giglio con qualche tanica e aspetto che comincino a drenare il carburante. Poi la rivendo a 1 euro e 80. Che è lo stesso modo di pensare dei petrolieri.

Chissà se la banda ha continuato a suonare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...