Morandorum gentis

Non guardo il festival di Sanremo, mi pare chiaro. E credo che chiunque, ad ogni età, possa trovare di meglio da fare che invidiare le prime file dell’Ariston che devono sorbirsi l’alito di Gianni Morandi. Saranno almeno vent’anni che l’obiettivo dichiarato del festival della canzone italiana non è più la canzone italiana. Basta scorrere i nomi dei partecipanti di volta in volta: sunset boulevard artists e\o vincitori di un x factor a caso e\o Toto Cutugno (secondo).

Toto Cutugno ci insegna come uscire da un'inquadratura

Quest’anno, con il Napoli agli ottavi di Champions League, la grande canzone napoletana si è dovuta accontentare di Giggi D’Alessio in duetto con due righe verticali di cocaina. Anche ci fosse stato l’impareggiabile Nino D’Angelo, avremmo sofferto della sindrome Massimo Troisi. Adoro Massimo Troisi, ma alcuni napoletani pensano li si riesca a capire a prescindere dal fatto che sembra stiano mercanteggiando con il pescivendolo sotto casa.
Dialogo tipo di Nino D’Angelo al festival di Sanremo:

Sono content’ di stare accà. Anche perché vid’ o’mare quant’è bell’. Quesht’ann’ agg’ volut’ portà a canzò napuletà di denunzia: liberate i tifos’ du Napul’è, free Naples supporters from Poggio Reale. Chille viv’ in condiziò disastrose, li tengon’ comm’annimale: a paneacqu’, manco o’ cess’ al piano, manco il dekoder per vedè a partit. O’Napule abbisogn’ de suò tifose perché a nostr’ città abbisogno du Napule. Ma possibbile che solo a’ Napule? Che è la città chiù bedd’u mond’. Forza Napoli. Forza carcerato della curva b. Chidda canzo’ è pe te. E come dicon’ a Napule: azzazzazzazzazzazzazzazzazza o’cazz’.

Niente. Gigi è troppo preoccupato che la Bertè si pisci addosso mentre canta o bestemmi durante un verso e non riesce a dare il meglio di sé. Ma avete notato che la coppia inspiegabile D’Alessio-Tat’Angelo si esibisce alternativamente sul palco dell’Ariston? L’anno scorso c’era lei che, comunque la mettiate, è una sorca di primo livello. Le canzoni gliele scrive lui e hanno sempre un titolo che suona più o meno: L’amore è una cosa granda. In quest’edizione invece partecipa lui che c’ha tutti i diritti riservati sulle musicassette pirata che la camorra sta già facendo girare sul litorale ligure. Non banalizziamo, è business.

Viene anche da chiedersi quale altro aggettivo sdoganerà Arisa dopo quell’imprescindibile con cui tre anni fa sbancò Sanremo Giovani. Si è tolta gli occhiali e il naso finto, ma rimane quella voce da aristogatto in calore. Morandi per toglierla di mezzo le fa trovare una scia di croccantini dal palco alla foiba. Gli stessi croccantini per felini che lui dice di usare come mentine, dice.
C’è anche Bersani con la canzone: L’Italia è (un) bene comune.

Samuele Bersani non ricorda le parole della sua canzone. Troppa Marijuana in gioventù.

I bookmakers la danno per vincente. Lei già vincitrice di ‘Italia’s got tablet‘, ‘ Amisci ‘ e ‘ Ass Factor ‘ tuttinsieme. Lei che si è scelta come pseudonimo più che un nome d’arte, un’esclamazione: E’ Marrone! La sua canzone, scritta da Pino Scotto, è già un cult radiofonico: Di che colore è la cacca? Morandi lo sa meglio di chiunque altro.

Non vorrei soffermarmi a lungo, visto che ci ha già pensato lui, sulle polemiche scatenate dal Molleggiato. In soldoni ha detto:

– Chiudete Avvenire e Famiglia Cristiana.
– Aldo Grasso è un deficiente.
– Il popolo è sovrano e la consulta non avrebbe dovuto cancellare il referendum.
– La Chiesa pagherà l’ICI sui beni non commerciali.

Qualcuno potrà obiettare chi cazzo sarà mai Adriano Celentano per arrogarsi il diritto di dire certe cose. Qualcun altro potrà non essere d’accordo che un riformista abbia 74 anni. Qualcun altro ancora rimpiangerà le battute del vostro ex premier sulla Bindi o sulla Merkel. Ma come si fa, anche per linee sommarie, a non essere d’accordo? Avrei rincarato la dose, fossi stato nel direttore generale Rai. Se Gigi Sabani fosse ancora vivo lo avrei chiamato, nella seconda puntata, a fare l’imitazione dell’Adriano nazionale: <<Aldo Grasso è deficiente e fa schifo al cazzo. Visto che ci siete chiudete anche Repubblica e il Corriere>>. Ignobili le prese di posizione della casta giornalistica, manco a dirlo, che parlano di ‘tv spazzatura’, ‘ignoranza’, ‘spergiuro’, ‘calcio scommesse’. Tanto per chiarirci oggi la Redazione di Res Publica si è riunita nella saletta di Ezio Mauro a masturbarsi sui rallenty di Belen. Oppure fatevi un giro sui banner laterali di Rep.it, lì sì che non c’è spazzatura.

Morandi, in rabbia steroidea da viagra, non riesce a tenere le sue manone ferme. Non sa dove girarsi, vede figa ovunque. Ieri sera, ringraziando l’amico Celentano, si è lasciato scappare le vere ed uniche intenzioni che animano la kermesse:<< Abbiamo fatto il 50% di share. Basta che se ne parli, fuckers>>. E nel pieno delirio di onnipotenza si sarà chiesto come poter bissare il successo della prima puntata. Machissenefrega delle canzoni. Hanno fatto 14 milioni e rotti di spettatori e il televoto manco funzionava. Tutto da rifare. Il figone di turno c’aveva il torcicollo e l’unico a rimpiangerla è stato Papaleo che si sarà detto:<< Quest’anno scopo anch’io e i miei bulbi oculari da cocainomane>>. Ma se li toglierà gli occhi prima di coricarsi? Non gli danno fastidio?
In mancanza di una figura di spicco si è optato per un grande duo comico d’esportazione che ha fatto del buon gusto il proprio credo: ‘I Soliti Idioti‘. Edulcorati e senza parolacce per evitare che il leghista Marani irrompesse sul palco con le milizie padane. Ma si chiamano tutti così in Lega? Basta girare le vocali? Non è abbastanza. Se togli alla coppia il 90% del loro potere comico, ovvero le volgarità, rimangono solo dei tormentoni monchi che faranno ghignare giusto quelli che scorreggiano a Messa e poi annusano. Quindi come fare audience? Morandi ha proposto una gag dove Papaleo versione maitre gli consegna un piattino di profiteroles che lui si rifiuta di mangiare; anche per tacitare le malignità sul suo conto. Ma la direzione ha pensato fosse troppo offensivo e autoreferenziale. Per cui hanno chiesto a Belen: vuoi fare la troia stasera? Secondo voi s’è fatta trovare pronta?

Ezio Mauro preme il tasto pause del suo dekoder sky full hd

Io non ho nulla contro qualunque donna che voglia far prendere aria alla suneta, ma qui si rischiano i geloni. Questa qui sono più le volte in cui non le ha, le mutande. Nel frattempo Fabrizio Corona sul suo letto in mogano con led rossi sta battendo alacremente sul registratore di cassa:<< Massì amore che sarà mai? Fossi in te farei roteare il clitoride come un lazo. Ti è andata anche bene che alla Torcikova (copyright A.G.) è venuto un ictus sulla via di Damasco, approfittane>>. I giornali, a quanto pare, sono rimasti scandalizzati dal tatuaggio. E’ una cazzo di farfalla, perdio. Forse si aspettavano che ad un certo punto planasse sulla parussola? Oppure si sono stupiti che una acqua & sapone come la Rodriguez nascondesse una cosa così banale? Se si fosse intravisto sul montedivenere della Venezuelana il profilo di Sandro Bondi o di Joseph Ratzinger, capirei questo tumulto…
E siccome a casa siamo tutti idioti, c’ha pensato Elisabetta Cavialis a sottolineare l’ovvio. Lei, che come dicono a Roma, c’ha ‘na certa, lei che ce l’avrà così slabbrata da doversi fare il riporto, sceglie opportunamente di fare la spalla comica:<< Belen, le hai o non le hai?>>. Chi? Cosa? La finta tonta. << Sì, sono cucite sotto il vestito>>. Ma vaffanculo. Fossi in te avrei detto che le hai solo nella metà che non si vede. Oppure che hai una vaginite così acuta che quella t’era sembrata l’idea più originale per unire l’utile (tuo) al dilettevole (di quei pochi italiani che non sanno come sia fatta una vagina). Ma la Torcikova, tornata a tempo di record, non ci sta:<< Ho più tette, io>>. E’ una precisazione importante. Mi stavo giusto chiedendo a chi chiedere di uscire. Ed è sempre quella con le tette più grandi. Grazie, Milinkova.

Happy trails

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...