Disclaimer

Attorno a me accadono fatti perfettamente spiegabili ma né intelligibili l’uno per l’altro, né con un grado di connessione certo. Ad esempio sapreste mettere in relazione un furto di grondaie di rame al cimitero del mio paese, con la decisione di Monti di ritoccare il decreto sulle liberalizzazioni, subito dopo un colloquio di tre ore con Berlusconi e il suo pesce rosso? Oppure sapreste trovarmi un punto di tangenza tra una sedicente eucarestia all’lsd in Abruzzo e l’operazione al femore di mia nonna? E ancora: quale tipo di connessione potrebbe esistere tra il misterioso pivot-yeti che sta terrorizzando i dintorni di Lestizza e il risarcimento d’immagine ottenuto dalla Fiat ai danni del giornalista Corrado Formigli?

Ecco per poter discorrere liberamente di questi accadimenti, andando un po’ al di là di quella che è la morale comune, che è già ben distinta dalla morale friulana, avrei bisogno di molto più tempo, molta più costanza e tempestività. Perciò continuerò ad essere qualunquista, offensivo e temerario. Come sono sempre stato. Ma l’equipe di legali che segue da vicino il tormentato percorso di questo blog e della mia lingua tagliente, mi suggerisce di evitare i seguenti argomenti:

– La passera di Corrado Passera.
– La mariposa de Belèn.
– La figura di merda dei fratelli S. a The Money Drop.
– Chiedersi come faccia una pseudo-giornalista come MS a non sapere che il Vesuvio è inattivo da qualche tempo.
– Millantare relazioni intime tra giornaliste e sindaci in carica.
– Denigrare Elio De Anna.
– Denigrare un’icona provinciale come Primo Carnera.
– Prendersi gioco dell’ufologo Antonio Chiumiento.
– Chiedere in sposa, al mio pene, Nicole Minetti.
– Inventare relazioni con personaggi dell’avanspettacolo come Marika Fruscio.
– Affermare con sicumera che Gigi Di Meo e Mauro Corona non solo sono la stessa persona, ma che scrivono entrambi libri di merda.
– Sminuire i fotografi al rango di voyeur.
– Annunciare con un tweet la morte di Fabio Volo e il rogo pubblico di tutte le copie di ‘Le prime luci del mattino’.
– Smettere di riferirmi a Zlatan Ibrahimovic con epiteti come ‘slavo di merda’ o ‘senzamadre’.
– Morandi coprofago.
– Pensare che siano indegni di essere chiamati esseri umani (in order of most hatred): a) psicologi b) giornalisti c) medici d) ingegneri e) Le ex f) militari g) fisici h) vittimisti che usano la morte della madre per procurarsi una scopata i)…
– Compagni di università chiaramente omosessuali o vanitosi o saccenti.

E la lista continua per altri quaranta volumi dattiloscritti. Siccome il problema, a mio parere, non sono gli argomenti ma il modo oltraggioso in cui li affronto, invece di scegliere la via dell’autocensura ho deciso di utilizzare un disclaimer.

Questo disclaimer dovrebbe recitare pressapoco così: Se dovessi trovare, sulle righe di questo blog, qualcosa che potrebbe ricondurre alla tua persona (una descrizione, un atteggiamento, un accadimento oppure il tuo nome e cognome) sappi che non solo non sei tu, ma nemmeno pensavo a te. Io penso a me che guardando te cerco di reprimere i conati. Ma credo che nessun disclaimer di questo tenore possa battere il confronto con un altro disclaimer realizzato inconsapevolmente 20 anni fa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...