PooPeo: Il primo canale interamente social.

Erano l’anno di giubileo 2000 quando nelle nostre televisioni una ottenebrata Daria Bignardi presentava la prima edizione del Grande Fratello, format di successo dove una dozzina di persone comuni cercavano di diventare famose fumando in giardino. Sono passati 14 anni e sebbene la Bignardi si sia stufata subito, Alessia Marcuzzi, invece, non dà segni di cedimento. Dall’avvento del digitale molte emittenti hanno vinto la scommessa di una tv di qualità parlando della gente con la gente. Ecco perché oggi siamo orgogliosi di presentare PoopeoTV il primo canale dedicato alle persone (quasi) come voi. Poor People television broadcast è il nuovo canale on demand che presenterà in palinsesto 24 ore su 24 di reality. Ecco alcune delle novità:

– L’isola dei fumosi: 14 concorrenti estratti a sorte ma tutti della provincia di Agrigento e senza particolare scolarità, verranno rapiti e portati su un’isola deserta a chiacchierare del più e del meno. Ci sono due uniche regole: 1) non avere assolutamente mai nulla da dire. 2) Essere sempre pronti per un eventuale aperitivo. Vincerà il primo premio chiunque si accorga dell’assurdità di tutto ciò, quindi potenzialmente potrebbe non finire mai.

– L’arcipelago delle tentazioni: alcuni attori e attrici con un controverso passato di droga (e guarda caso tutti fuorusciti dalla soap Vivere) verranno relegati in un arcipelago colombiano, tentati da ogni sorta di sostanza psicotropa. Lo scopo del reality è fare in modo che muoiano tutti di overdose, ma anche che si rendano conto di che merda fosse la soap Vivere.

– S.O.S. Badante: Una dozzina di anziani, invalidi ma arzilli, intraprenderanno un viaggio metaforico nel cuore dell’Europa dell’est in cerca della collaboratrice domestica perfetta per le loro esigenze. Tra visti scaduti, meandri burocratici e alcuni improvvidi innamoramenti, vincerà il gioco la prima badante che riuscirà a farsi intestare l’eredità. E ricordatevi: fare un pompino a un vecchio è carità cristiana.

– Lucciole per Lanterne: approfondimento culturale dove verranno spiegati uso e significato delle metafore.

– Voghera: avete una figlia che vuole fare la modella? La vostra prole adolescente possiede velleità artistiche nel mondo dello Spettacolo? La vostra primogenita laureata in beni culturali teme di avere il seno troppo piccolo per fare il consigliere regionale? La vostra piccola è innamorata di un calciatore? Non temete! Il nostro team di psicoterapeuti misogini è quello che fa per voi. In una settimana faremo traslocare tutti i suoi sogni pop in una grigia realtà. Ama un calciatore? Le insegneremo ad apprezzare i camionisti. Sogna un futuro nel mondo dello Spettacolo? La faremo ingravidare da un camionista che poi non riconoscerà il figlio\a. Vuole fare la modella? Le insegneremo che non c’è niente di meglio di una famiglia, un cane, un’altalena e dei camion.

– Non è così!: Pensate anche voi come migliaia di genitori come voi che vostro figlio abbia un talento particolare? Non è così!

– Conversazioni a tavola: vi sentite dei cuochi provetti ma avete timore d’invitare gente a cena perché non sapete tenere in piedi una conversazione? Un completo team di metereologi sarà al vostro fianco per insegnarvi a parlare del tempo in modi sempre fantasiosi e mai banali.
Esempi:

Ospite (O): avete sentito di quell’ordigno inesploso trovato in centro? Tutta l’area transennata, è stato un macello andare a lavoro oggi.
Padrone di casa (PdC): e per fortuna che è stata una giornata tipicamente primaverile come non se ne ricordavano. Ad averlo saputo prima avresti potuto andare in bicicletta.

PdC: Per favore, prima di entrare togliti le scarpe che l’umidità rilasciata dall’erba in questa stagione ammorbidisce di quel tanto il terreno da infangare le suole.
O: Ok.

O: Povera nonna! Mi dispiace molto sia morta anche se a 112 anni forse era arrivato il suo momento.
PdC: E’ morta in un giorno di pioggia peggio del 14 luglio 1966.
O: Già.

– Xké?: La maestra d’elementari Marianna Boccafiglio insegna alle nuove generazioni a parlare come scriviamo gli sms.

– L’ozio è il padre dei cugini: Insieme all’antropologo Mariano Dentice faremo un viaggio nel tempo tra quelle comunità montane dove ci si sposa tra parenti.

– Cotto, stracotto e bruciato:  Un torbido viaggio tra coloro che non hanno mai imparato a cucinare e questo proliferare di programmi di cucina li infastidisce oltremodo.

– Malattie comuni: potevamo farci mancare il genere medical? Nossignori. Ed ecco a voi una carrellata delle malattie più comuni per le quali ci si reca dal medico di base. Non crederete ai vostri…orecchie.

– Paciare: brutto modo di stare a tavola o simpatica abitudine da riscoprire? Se lo chiede anche il creatore di questo format geniale.

– Rotten kitten: dei bambini con deficit cognitivi vengono convinti da un team di motivatori di broker assicurativi statunitensi a tirare gattini malformati da una scogliera. Non adatto ai minori.

– The Coffin: questo format giunge direttamente dalla Gran Bretagna dove ha riscosso record di pubblico e buone critiche. Alcune famiglie di bassa estrazione sociale, che non possono permettersi le esequie funebri per i propri defunti, si rivolgono alla redazione affinché organizzi loro un funerale da sogno. Sarà tempo per Randy Fenoli, Barbra Offenbacher e Stoya Mariani (i nostri stilisti di grido) di rendere un giorno triste un giorno chic.

– 5000 modi per sbucciarsi un ginocchio: spin-off del format 1000 modi per morire.

– The Evil pawn: un gruppo di usurai ebrei di Pittsburgh sono sulle tracce di tutti gli immigrati tedeschi negli USA e cercheranno di rovinarli economicamente. Questo perché quando la storia non è dimenticata, perdonare è impossibile. Non adatto ai minori.

– 1000 uzi per morire: spin-off del format 5000 modi per sbucciarsi un ginocchio ma ambientato a Gaza

– Teenager in crisi di panico: racconta le vicende reali di alcuni teenager che hanno paura di esibirsi con il flauto durante le verifiche di educazione musicale. Un crudo resoconto tra lacrime, speranze e illusioni di una fobia fin troppo comune.

– Miaobao: il tuo gatto mugola e non capisci cosa vuole dirti? Il tuo bracchetto muove le sopracciglia in modo asintotico e tu non sai cosa significa asintotico? Grammatica italiana e linguaggio animale in questo nuovo format con Licia Colo’.

– Il grande Macello: primo grande reality dedicato al mondo della macelleria. Per l’uso esplicito di violenza contro gli animali e utilizzo di sangue non coreografico, si consiglia la visione a un pubblico non vegano.

– Ice Bucket Challenge: un mio amico ed io ci aggireremo per le città d’Italia con dei secchi pieni di acqua gelata e li tireremo addosso a delle persone a caso dicendo che è per la Sla.

– I Doppi: anche a voi sarà capitato di ricevere per compleanno un regalo doppio. In questo programma potrete presentare i vostri doppioni e scambiarli con quelli di qualcun altro. Presenta: un cleptomane.

– Gare di seghe: il titolo già dice molto per questo format che è già seminale tra gli addetti ai lavori. Il primo campionato mondiale di falegnameria seguito in esclusiva dalle telecamere di PooPeo.

– Masterciaf: chi vincerà quest’anno la sfida dell’uomo con la testa più grande del mondo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...